Questo sito  fa uso di cookies per migliorare la navigazione.  Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la  privacy policy.
 
 

Rivendita di giornali

Le rivendite giornali sono definite dal legislatore ''punti vendita esclusivi quelli che, previsti nel piano comunale di localizzazione, sono tenuti alla vendita generale di quotidiani e periodici. Possono destinare alla commercializzazione di prodotti diversi da quelli editoriali, ossia i pastigliaggi e i prodotti del settore non alimentare, una parte della superficie non superiore al 30%.''

Sono punti vendita non esclusivi gli esercizi elencati al comma 3 dell'art. 2 del D.Lgs. n. 170/2001 (rivendite di generi di monopolio, distributori di carburanti, bar, ecc.) che, in aggiunta ad altre merci, sono autorizzati alla vendita di quotidiani ovvero periodici.

In ottemperanza a quanto sopra definito, si deduce che le tabaccherie possono inserire una rivendita di giornali, quale punto vendita non esclusivo. La licenza di esercizio va richiesta al Comune di appartenenza che ne definisce il piano di diffusione. 

- In caso di acquisto di tabaccheria con annessa rivendita giornali è sufficiente una Comunicazione al Comune per Subingresso.

- In caso di acquisto di tabaccheria senza rivendita giornali è necessaria una Autorizzazione rilasciata dal Comune.

Dopo aver ottenuto la licenza di rivendita giornali, l'esercente deve rivolgersi al Distributore autorizzato della sua zona di competenza per sottoscrivere il contratto di fornitura. I giornali verranno consegnati al punto vendita ogni mattina e ciò che resta invenduto verrà conteggiato e fatta la ''Resa'', secondo le modalità di restituzione previste. La contabilità settimanale tiene conto di ciò che viene ''consegnato'' e ciò che viene ''reso'', per fatturare l'effettivo ''venduto''. Per velocizzare il processo di contabilità del ''consegnato'' e del ''reso'', minimizzandone gli errori, i distributori propongono agli edicolanti di utilizzare un programma informatico con rilevazione tramite scanner delle operazioni di lettura.

font awesome 4 7 0 info circle 256 0 0a0a0a none  Consiglio .

- I distributori richiedono cauzioni sulle consegne dei giornali, di cui è buona norma comprenderne la portata e le implicazioni finanziarie sull'attività.

- L'autorizzazione comunale prevede una pratica che ha costi variabili da Comune a Comune. Se vuoi un'idea rivolgiti ad un Commercialista esperto della tua zona.